ADRIANO MARTINOLLI D'ARCY, è direttore d’orchestra di formazione e vocazione internazionale: nato a Trieste nel 1961, è cittadino italiano e britannico. Dopo gli studi di Composizione e di Direzione di coro presso i Conservatori di Trieste e di Milano, trasferitosi a Vienna, si laurea in Direzione d'Orchestra nel 1991. Due anni più tardi si perfeziona a Berlino.
Alla guida di diverse formazioni come l'Orchestra Sinfonica della RAI di Milano, la Philharmonia Orchestra di Londra, la Württembergische Philharmonie, la NÖ Tonkünstler Orchester di Vienna, l’Orchestra Filarmonica di Graz, l'Orchestra Metropolitana di Lisbona, l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, l'Orchestra Bruno Maderna, l'Orchestra del Teatro lirico G. Verdi di Trieste ed altre compagni orchestrali, tiene concerti in Italia e all'estero per importanti Istituzioni ed in sedi prestigiose, dirigendo oltre al repertorio tradizionale,
 numerose prime esecuzioni assolute. Per l'Ente lirico di Trieste ha diretto l'allestimento dell’opera contemporanea “Il canto del Cigno” di Giampaolo Coral.


La discografia comprende pubblicazioni per prestigiose etichette internazionali: alla testa della Phiharmonia Orchestra di Londra ha inciso quattro Poemi sinfonici di Liszt per “RS” – Real Sound. Per Gramola di Vienna ha inciso URLICHT, un CD di Orchesterlieder di Mahler e Wagner con il Mezzosoprano Barbara Hölzl e la Württembergische Philharmonie. Con l'etichetta tedesca “Solo Voce” di Köln ha pubblicato la Missa Dalmatica di Franz von Suppè, prima incisione assoluta di quest'opera.
Nel 2012 ha inciso il grande oratorio EXTREMUM JUDICIUM di Franz von Suppè per la casa discografica tedesca CPO con l’Orchestra Filarmonica di Graz e il Coro del Teatro dell’Opera di Graz. Sempre di Franz von Suppè, nel 2016 ha inciso IL RITORNO DEL MARINAIO, opera romantica in due atti per la CPO con il Coro e l'Orchestra del Teatro di Rijeka / Fiume (Croazia) ed un cast internazionale.

Tutte le incisioni, ed in particolare i doppi CD della CPO, hanno ricevuto innumerevoli consensi dalla critica internazionale.


Molto attivo nel campo della musica contemporanea, ha tenuto concerti nei maggiori Festival in Europa quali Aspekte Salzburg, Biennale Musica di Zagabria, Praga Europa Festival, The New Music Week di Bucarest, Spazio Musica di Cagliari, Mittelfest, Arnold Schönberg Center di Vienna, alla testa di gruppi come il Cantus Ensemble di Zagabria, il Grupo de Musica Contemporanea de Lisboa e il Chromas Ensemble di cui è stato a lungo il direttore stabile.
Svolge una costante attività di ricerca musicologica in particolare su Franz von Suppè di cui ha curato il ricupero e la riedizione dell’Opera romantica “Il ritorno del Marinaio”, del grande oratorio “Extremum judicium” e della Missa Dalmatica. Ha curato inoltre il ricupero e la pubblicazione di innumerevoli partiture inedite per Orchestra e per Coro di Antonio Illersberg (1882 – 1953), tra cui il Concerto per Violino, il Preludio e Capriccio, Ouverture 1919 e due antologie di musica corale.

Adriano Martinolli D’Arcy ha ricoperto la cattedra di Direzione d’Orchestra presso i Conservatori di Cagliari e Milano ed è attualmente titolare della Cattedra di Direzione di Coro presso il Conservatorio di Trieste.

Parla correntemente quattro lingue e dal 2009 è Console Onorario del Portogallo con nomina del Ministero degli Esteri.